Cintura lombare: come indossarla correttamente?

Il mal di schiena, la malattia del secolo che non colpisce più solo gli anziani. Le cause sono molteplici, soprattutto nelle attività professionali della vita moderna. Per alleviare il dolore, la cintura lombare è stata creata negli anni ’60. Da allora sono disponibili sul mercato anche versioni più perfezionate, come la cintura lombare riscaldata. Aiuta il paziente ad adottare posture meno traumatiche e più comode per la schiena. A condizione, naturalmente, che sappiate come indossarla correttamente.

Cintura lombare: a cosa serve?

La schiena è una delle parti del corpo più attiva della giornata. Non solo la colonna vertebrale sostiene la massa corporea, ma permette al corpo di muoversi e di mantenersi. È anche essenziale proteggere il midollo spinale, l’area vitale che dirige gli impulsi nervosi tra il corpo e il cervello. Muoversi troppo improvvisamente o in modo inappropriato può causare   dolori alla schiena che possono peggiorare. La cintura lombare crea una spinta verticale per alleviare e rilassare i muscoli, proteggendo così la colonna vertebrale lombare. Il suo utilizzo è raccomandato in tre situazioni. Il primo è quando il dolore è nella sua fase acuta. Indossarla aiuta il paziente a sopportare il dolore. Il secondo è quando la fase acuta è terminata, in quanto aiuta il paziente a tornare ad una situazione normale. E il terzo è quando viene utilizzato come guida alla prevenzione, soprattutto quando si fanno attività troppo intense per la schiena.

Come si indossa la cintura lombare?

Allo scopo di ottimizzare la sua efficacia, la cintura lombare è un dispositivo medico che richiede un uso corretto . Trattandosi di un promemoria posturale, deve rispettare severe condizioni di montaggio. In primo luogo, le ossa di balena e la cintura di supporto lombare devono essere conformi. Infatti, queste costole, utilizzate per irrigidire la cintura, devono essere curvate per seguire la curvatura naturale della schiena e dei reni. Potete farlo appoggiandovi su un tavolo, per esempio. Successivamente, posizionare correttamente la cintura centrandola e controllando che il bordo inferiore del dispositivo e la prima vertebra sacrale siano allo stesso livello. Infine, regolare la cintura tirando contemporaneamente entrambe le cinghie per ottenere una pressione uguale su entrambi i lati della colonna vertebrale. Tuttavia, mantenere un margine da stringere in caso di aumento del dolore.

Come si sceglie la cintura lombare?

Con questa varietà di modelle che esiste oggi, è molto facile perdersi in esse. Come scegliete quello che fa per voi? Ci sono tre punti principali da considerare prima di acquistare una cintura posteriore. Il primo punto riguarda la morfologia dell’utente. Ci sono tre tipi di morfologia: la cosiddetta morfologia classica, poi quella atipica (fianchi larghi, statura superiore a 1m90…), e quella della donna incinta. Sono disponibili due altezze per le cinture lombari: 21 cm per le persone di piccola statura (meno di 1m30) e 26 cm per quelle sopra questa altezza. Poi, il tipo di mal di schiena, se è temporaneo o cronico. Per un disagio occasionale, si consiglia di scegliere una cintura ad usura intermittente. Se il dolore è permanente, si consiglia di indossare una cintura vicino alla pelle. Infine, la cintura dovrebbe dipendere dall’intensità dell’attività fisica.

Come trovare i cartelli dei negozi che fanno shopping?
Come vendere prodotti online?